Al via “¡Vibrant Matter!”, la nuova edizione di Short Theatre

Short Theatre torna con la 17esima edizione per dare vita a uno spazio in divenire tra pratiche artistiche, musica e convivialità

Inaugura oggi la 17esima edizione di Short Theatre a Roma. ¡Vibrant Matter! è il titolo scelto quest’anno per il Festival che decide di abitare più luoghi della città di Roma, anche in simultanea, e si spinge oltre il territorio metropolitano, per diffondersi nei teatri, in istituzioni culturali e associazioni. Una disseminazione spaziale che coltiva l’interdipendenza per aumentare la capacità di agire, facendo perno su una forma allargata di ospitalità.

Il corpo, umano o non umano, sistema aperto di relazioni in continuo divenire, è il terreno di lavoro, fatto di interferenze e fermentazioni, nella proliferazione di soggettività inesauribili. 
Gli spettacoli, le performance musicali, lo scambio di pratiche, gli incontri vanno alla ricerca di una materialità vitale che lega corpi e pensieri, per generare trasformazione, nell’accumulo e nella dispersione degli scambi. “Tutti modi, non solo geografici, di allargare lo spazio e pervadere il tempo. Pensiamo il Festival come l’ambiente per esplorare la capacità delle nostre riserve di possibile, attivando nel qui e ora prove di futuro”.

Novità quest’anno del festival è PRISMA, un progetto espanso e diffuso dedicato a Gisèle Vienne, coreografa, regista, burattinaia e artista visiva che ha ripensato in maniera radicale i paradigmi della scena performativa degli ultimi anni. Per la prima volta a Roma, è presente al festival con un’installazione al Mattatoio, due spettacoli, al Teatro Vascello e al Teatro Argentina, un film al Cinema Troisi, un incontro pubblico nella cornice di Villa Medici e una pubblicazione editoriale che inaugura Short Books, collana editoriale curata da Short Theatre e NERO Editions.

Per tutte le info e il programma completo: https://www.shorttheatre.org