Un autoritratto di Van Gogh affiora sul retro di un altro dipinto dell’artista olandese. La scoperta della National Galleries of Scotland

Da Edimburgo si annuncia la meravigliosa scoperta di un inedito dipinto dell'autore dietro la tela dell'opera Testa di Contadina

La National Galleries of Scotland di Edimburgo ha annunciato la scoperta di un dipinto di Van Gogh nascosto sul retro di un dipinto dello stesso autore. L’autoritratto è stato scoperto sul retro di Testa di contadina del 1885, uno dei tre dipinti di Van Gogh di proprietà del museo. A raccontarlo è Lesley Stevenson, Senior Painting conservator del museo, che informa che il quadro sarà al centro di una mostra A Taste for Impressionism in programma dal 30 luglio al 13 novembre nel museo scozzese.

Come viene comunicato dal museo, la scoperta è stata fatta dopo un’accurata indagine radiografica che ha fatto emergere quello che per decenni è stato nascosto alla vista di tutti, ricoperto da strati e strati di colla e cartone. Si tratta di una pratica molto tipica di Van Gogh che, non avendo soldi a sufficienza per acquistare nuove tele, le girava utilizzandone il rovescio. Ed è così che molto probabilmente è andata anche in questo caso.

Gli esperti del museo intervenuti nelle analisi scientifiche del dipinto stanno cercando di capire come farlo riemergere senza danneggiare la Testa di contadina. Per ora si può apprezzare l’immagine all’interno di un lightbox che sarà al centro della mostra. Dai contorni che appaiono ai raggi X si vede chiaramente un uomo con la barba e un cappello, un fazzoletto legato al collo e la posa simile a quella di altri autoritratti di Van Gogh. Nel frattempo le indagini continuano e faranno emergere ulteriori dettagli sull’emozionante scoperta.