Iginio De Luca porta l’arte contemporanea ad Alberobello, nell’ex lager della Casa Rossa

Alberobello

Sarà Iginio De Luca l’artista protagonista del progetto Apulia Land Art, un programma di arte contemporanea ad Alberobello, precisamente nella Casa Rossa, ex masseria e campo di concentramento.

La storia è una protesta contro l’oblio è il titolo dell’opera che l’artista realizzerà, con il sostegno dell’associazione UnconventionalART, promotrice di questa iniziativa che si inquadra nell’ambito di un bando regionale.

Musicista, artista visivo, utilizzatore di molteplici linguaggi dal video, all’installazione alla performance, Iginio De Luca realizzerà un’opera di arte contemporanea ad Alberobello: un ragionamento sulla storia del luogo, sulla memoria e sul tema dell’abitare lo spazio, toccando vicende personali, regionali e nazionali, storie di emigrazione e disagio, storie religiose e belliche, condizioni difficili e precarie di vita, in bilico tra sopravvivenza e lavoro.

Casa Rossa ad Alberobello

Gli avvenimenti dei precedenti decenni si stratificano all’interno della Casa Rossa sommando le dimensioni intime, affettive con quelle sociali, politiche e lavorative in un cortocircuito simbolico tra privato e pubblico. Il luogo vissuto diviene contenitore, metafora passionale che accumula sofferenze umane di generazioni passate; chi si pone in ascolto dell’opera è invitato a identificarsi fisicamente ed emozionalmente con l’artista in un contesto attivo e pulsante, costantemente vivo nel presente.

I lavori prodotti da questa residenza intendono tradurre i punti di vista locali in un linguaggio universale, trasformando questi aspetti difficili e problematici in una visione poetica, sospesa, dispiegando un’altra logica della mente e dello sguardo. L’ultima parola è lasciata al silenzio delle immagini e a quel tanto che sfugge al controllo e alla volontà dell’intenzione.

Le questioni della contemporaneità trovano pertanto la loro interpretazione attraverso un intervento importante di coinvolgimento della comunità locale che sarà parte attiva in tutte le fasi di progetto, dalla ricerca alla attuazione, favorendo la conoscenza e l’empowerment dei giovani residenti.

Iginio De Luca

Iginio De Luca da anni lavora muovendosi sull’interazione con l’ambiente e il pubblico, denunciando, tra ironia e impegno, la crisi di valori di questo nostro tempo; decodificare la trama della ragnatela che l’artista tesse è il compito del pubblico, chiamato a una partecipazione attiva da un’interrogazione che non può essere elusa.

Per tutti gli aggiornamenti e sviluppi del progetto seguiteci sui canali social e sul sito www.apulialandartfestival.com.

Articoli correlati