Eventi

Piccoli artisti crescono

Muovere, tirare e scorrere i meccanismi per conoscere la vita e le opere di artisti del calibro di Artemisia Gentileschi, Frida Kahlo, Vincent van Gogh e Andy Warhol. E ancora, scoprire l’arte – le forme, i colori – in punta di dita, con un primo approccio ai capolavori di incredibili protagonisti della storia dell’arte. Parliamo di tre libri animati per piccini da 2/3 anni in su (cartonati, formato 17 x 17 oppure 18 x 18), editi da Gallucci editore. Partiamo dal libro Artisti (collana Scorri gli eroi, 8 pagine, 8.90 euro), illustrato da Nila Aye – «i suoi lavori sono considerati retro, deliziosi e divertenti, coperti da una spolverata di stile», spiega la bio – con pagine cartonate da muovere, tirare e – precisamente – scorrere – per giocare con grandi personaggi. È possibile divertirsi facendo la conoscenza di un poker d’artisti d’eccezione: Gentileschi («dipingeva soprattutto donne»), Kahlo («nelle sue opere rappresentava la cultura messicana»), van Gogh («lavorava in uno studio pieno di sole, con le imposte sempre aperte»), Warhol («il suo stile si chiama pop art»). Con traduzione dall’inglese di Paola Mazzarelli, Artisti è un ottimo modo per far conoscere ai piccini i nomi di ”mostri sacri” che hanno cambiato il mondo. Crescere con i libri, dunque, grazie anche ad altre due pubblicazioni, correlate tra loro (collana Scorri l’arte): I colori e Le forme, i cui testi e disegni sono realizzati da Sandrine Andrews («storica e critica d’arte, vive a Parigi, dove si dedica all’ideazione di libri per avvicinare all’arte le giovani generazioni»). Nel caso del primo volume (10 pagine, 11.70 euro) i colori brillanti riescono a rapire l’attenzione dei piccoli, che attraverso i cursori hanno modo di intervenire modificando un dettaglio del quadro, trasformandosi loro stessi in provetti artisti. Un museo mignon a colori che offre capolavori come Castello e sole (1928) di Paul Klee o Sulla spiaggia (1899) di Félix Vallotton. E ancora, da Wassilj Kandinskij a Piet Mondrian i piccolissimi possono scoprire l’arte in punta di dita. Nel caso di Le forme (10 pagine, 11.70 euro), sono – appunto – le forme geometriche a catturare l’attenzione dei futuri critici d’arte di casa nostra, che grazie ai cursori possono intervenire modificando un dettaglio di opere come Primo disco simultaneo (1912) di Robert Delaunay oppure Senza titolo (1932) di Sophie Taeuber-Arp. Piccoli musei tutti da sfogliare per piccoli artisti. Che crescono bene.

Info: www.galluccieditore.com

Commenti