Foto - Foto Inside

L’artista come etnografo

Uniform, into the work/out of the work è un racconto visivo che raccoglie un’eredità di conoscenza, memoria e testimonianza dell’uniforme. Al MAST di Bologna fino al 3 maggio una mostra, curata da Urs Stahel, che con oltre 600 ritratti di fotografi internazionali documenta le eterogenee tipologie di abbigliamento indossate dai lavoratori in diversi contesti storici, sociali e professionali e indaga i cambiamenti culturali che definiscono e rimodellano la funzione dell’uniforme. Si articola in due sezioni: La divisa da lavoro nelle immagini di 44 fotografi nella PhotoGallery e Walead Beshty: ritratti industriali nella Gallery/Foyer. Le immagini degli artisti sono documenti e riflessioni ruvide e amare, corrosive e inquietanti. I sette ritratti di Olivier di Rineke Dijkstra mostrano i dolorosi mutamenti nel volto del giovane francese durante il suo addestramento nella Legione Straniera. Alle operaie in tuta da lavoro negli stabilimenti Fiat a Torino negli scatti di Paola Agosti si affiancano i Minatori cinesi di Song Chao e l’operaio di Sebastião Salgado, a cui fa da contrappunto Ritratto di gruppo dei dirigenti di una multinazionale di Clegg & Guttmann, dove l’abito è elemento di comunicazione simbolica. L’uniforme rappresenta quindi una distinzione di classe, di status e di potere. Segue l’esposizione nel Foyer: una selezione di 364 fotografie, realizzate da Beshty, di addetti ai lavori del mondo dell’arte e degli ambienti in cui si muovono. Si consuma una simbiosi tra persona e professione, e la funzione svolta all’interno del sistema occulta l’identità del singolo. Le immagini compongono infatti un unico grande ritratto di un specifica realtà industriale, quella dell’arte. Le uniformi segnalano l’appartenenza a una collettività, trasmettono orgoglio e rispetto. Eppure escludono, indicando e intensificando conflitti sociali, fino a trasformarsi in meri esperimenti di moda, in un fardello autoinflitto e spietato.

Fino al 3 maggio; Fondazione MAST, Bologna; Via Speranza, 42

Info: https://www.mast.org/uniform

 

 

Commenti