Foto Inside

Jodice in mostra sulle cesate di Rogoredo

Dal 14 dicembre a Milano è in corso un interessante progetto di arte pubblica. Esattamente a Rogoredo Santa Giulia, una zona periferica dove è in atto un grande piano di riqualificazione. Da zona degradata, ex distretto industriale e oggi diventata un’appendice naturale della città, dove dar luogo a sperimentazioni architettoniche e urbanistiche, si appresta a diventare un nuovo polo urbano, avveniristico e immesso completamente nell’economia della città. In realtà l’esperimento era stato già avviato con la costruzione di complessi abitativi moderni, in uno dei quali sono stati installati anche gli uffici di Sky, ma l’idea adesso è quella di costruire un intero quartiere. E in questo processo è stata coinvolta anche l’arte. Lendlease, gruppo internazionale di urban regeneration, e Risanamento, società italiana di riqualificazione e di sviluppo immobiliare, entrambi partner nello sviluppo di Milano Santa Giulia hanno commissionato a Francesco Jodice un racconto urbano ove esplorare scorci di un quartiere della città, Rogoredo Santa Giulia, rivelando storie di volti e di relazioni quotidiane all’interno di un paesaggio umano e urbano in mutamento. L’iniziativa è stata realizzata grazie al contributo di Sky, azienda parte della comunità di Rogoredo che da anni partecipa e promuove iniziative culturali sul territorio, la quale attraverso Sky Arte ne ha co-curato la direzione artistica con ArtsFor. 

Il progetto denominato Qui è stato inaugurato sabato 14 dicembre. L’obiettivo è quello di riscoprire l’evoluzione e valorizzare l’identità dei quartieri di Rogoredo e Milano Santa Giulia, in un momento di grande trasformazione.

Le sessanta fotografie diverranno un’installazione urbana di oltre 300 metri, un ititnerario pubblico sulle cesate del cantiere di Spark One, il primo dei due building ad uso uffici ad essere edificato nel nuovo business district che sta prendendo forma nella zona sud di Milano Santa Giulia e che diventerà una delle aree terziarie più grandi della città di Milano.

 

 

Commenti