Ultimora

Bauhaus, l’opera di Guido Iannuzzi tra le ”hit” del 2019

Tra gli eventi clou del 2019 sicuramente si ricorderà il carro armato di Guido Iannuzzi che ha campeggiato in alcuni luoghi simbolo di Roma e Londra. Un’opera celebrativa della Bauhaus, nell’anno del suo centenario. L’opera si chiama Think Tank ed è un inno ai principi e valori della avanguardia incarnata in molti linguaggi contemporanei dalla scuola tedesca. Il carro armato (Tank) è usato come un cavallo di Troia ”al contrario”, che anziché apparire come un dono per poi divenire un’ arma fa esattamente l’opposto: appare come un’ arma per rivelarsi un dono, considerando un dono l’accendere l’attenzione ed il dibattito su importanti temi e l’attivare un positivo e costruttivo dialogo.

Il Bauhaus Think-Tank è composto da differenti strati, il più esterno ha la funzione di fermare l’attenzione del più ampio e variegato pubblico possibile mentre gli altri strati hanno significati di una complessità ed una densità variabile che per essere interpretati presuppongono un’attenzione e/o una preparazione maggiore. Conseguentemente oggetto dell’opera non sono solo la Bauhaus e i suoi principi ma anche tematiche come il rapporto tra etica ed estetica, pensiero teorico e azione concreta, libertà e oppressione, guerra e pace,etc.,etc. che hanno inciso nella vita della Bauhaus così come incidono nella vita di tutti noi.

In particolare si vuole affermare che per essere 100% Bauhaus non è sufficiente applicare i principi teorizzati da questa scuola (progettare/disegnare un oggetto tenendo conto della sua funzionalità, efficienza e facilità di industrializzazione su larga scala) ma è anche necessario farlo al fine di raggiungere obiettivi che producano effetti positivi per la collettività.

L’opera è stata esposta a Roma al Maxxi e nel giardino antistante la Casa dell’Architettura. E a Londra allo Stompie Garden nel quartiere di Bermondsay.

 

Commenti