Eventi

Pittura e colore

Il percorso di indagine sul rapporto tra artisti e materia continua con una mostra riepilogativa a Fondamenta, dal titolo Apertures. Dopo un anno di residenze negli atelier del Macro Asilo, gli artisti selezionati per questo viaggio si ritrovano in una collettiva a Roma in cui raccontare tutte le tappe che li hanno visti protagonisti. Ognuno di loro, infatti, presenta il lavoro realizzato durante la settimana di residenza nel museo, consentendo così di instaurare un dialogo tra approcci diversi allo stesso tema: l’espressività della materia pittorica. Il progetto è curato da Stephanie Nebbia, che sin dall’inizio ha mostrato interesse per l’intuizione di Giorgio de Finis, il direttore uscente del Macro, che ha installato nel museo una mentalità nuova e radicalmente partecipativa. 

Gli artisti interpreti di questa esperienza sono Jo Volley, Flavia Albu, Santiago Picatoste, Angelo Bellobono, Mattia Cleri Polidori, Juan Bolivar e Gary Colclough. Ognuno di loro ha proposto una personale visione della tecnica pittorica e del rapporto con il colore, sfociata nella realizzazione di uno o più lavori, che il pubblico ha avuto modo di apprezzare durante le settimane, da aprile a settembre, in cui gli artisti si sono alternati negli atelier del Macro Asilo. Si va dall’approccio teorico e didascalico di Jo Volley, a quello poetico e suggestivo di Flavia Albu, fino a quello pop e dirompente di Santiago Picatoste. C’è chi ha messo in evidenza il profondo valore contemplativo della materia, come Bellobono e Cleri Polidori, chi ha tratteggiato una dialettica ironica e quasi modaiola, come Bolivar, e chi invece, come Colclough, ha rispolverato gli antichi linguaggi e le tecniche manieristiche. Insomma tante possibili interpretazioni, ma un unico concept: il ritorno alla pittura, un medium valido a rappresentare gli stati dell’animo oggi, e domani, come allora.

In tutto questo percorso gli artisti sono stati accompagnati e supportati proprio da chi i colori, quelli di ottima qualità, li produce, e che ha colto questa opportunità per sottolineare l’efficacia e la bellezza della materia. Parliamo di brand del calibro di Winsor & Newton, che i colori li produce dal 1832, di Lefranc Bourgeois e Liquitex. Marchi prestigiosi, che al di là del marketing hanno scelto di parlare di materia sostenendo gli artisti, i loro più autorevoli, ma inconsapevoli, testimonials.

La mostra inaugura a Fondamenta il 14 novembre, ore 19.00, e resta visibile fino al 22 novembre
(dal martedì al venerdì 14-18, previo appuntamento al numero 06/8080099).
Via Arnaldo Fraccaroli, angolo via Guglielmo Stefani.

Commenti