Ultimora

Serge Attukwei Clottey con la sua mostra accende i riflettori sull’Africa

Colore, fantasia, impegno sociale. Tutto riassuno nell’installazione site specific Sometime in your life dell’artista ghanese Serge Attukwei Clottey a cui la galleria Lorenzelli Arte ha dedicato una personale. In un dialogo ideale con l’installazione del suo connazionale Ibrahim Mahama, a pochi mesi dalla sua realizzazione, una attraente opera site specific di Attukwei Clottey, enorme tappeto costituito di tessere di plastica gialla, accoglie i visitatori coprendo interamente la parete del palazzo che ospita la galleria, e che si affaccia su Porta Venezia, per innescare una profonda riflessione sulla storia e sul contesto socio-culturale ed economico del suo paese di provenienza.  

Nato nel 1985 ad Accra (Ghana), dove vive e lavora, Serge Attukwei Clottey è conosciuto a livello internazionale per le sue partecipazioni a numerose occasioni espositive in Europa e negli Stati Uniti, ultima delle quali al quartier generale di Facebook a San Francisco nel 2018, dove ha realizzato la monumentale installazione dell’opera Kusum Gboo Ga (La tradizione non muore mai)La mostra Sometime in your life, visitabile sino al 31 dicembre 2019, propone una serie di opere realizzate apposta per l’occasione, oltre ad una installazione site specific all’esterno della galleria, sulla parete che si affaccia in Porta Venezia, e fornisce uno spaccato delle nuove tendenze dell’arte africana contemporanea e delle sfide che affrontano gli artisti, con l’obiettivo di indagare il contesto in cui nascono questi lavori, ovvero il panorama culturale, sociale ed economico da cui provengono.

 

Commenti