Ultimora

I vincitori della seconda edizione di Creative Living Lab

Il premio Creative Living Lab ha scelto i suoi vincitori. Promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane (DGAAP) del MiBAC, è dedicato alla rigenerazione urbana di luoghi periferici, all’insegna della condivisione e dell’innovazione artistica e culturale per la riqualificazione e trasformazione di spazi interstiziali, aree, edifici abbandonati o dismessi, zone verdi non curate. Tra 208 proposte caratterizzate dalla creazione di workshop, seminari di arti performative, esposizioni, laboratori artistici, presentati da enti locali, associazioni e fondazioni attivi nel campo della rigenerazione delle periferie urbane, sono stati selezionati 17 progetti. Con l’intento di coinvolgere le comunità attive nel territorio e promuovere un sistema di autorganizzazione dal basso, gli interventi, che si articolano nei quartieri periferici, incentivano l’attivazione di percorsi partecipati, favoriscono un processo di empowerment e di riappropriazione della realtà urbana all’insegna della condivisione e della sostenibilità. Questi i progetti scelti: ”Cortile spettacolare”, nel cuore del quartiere popolare di San Siro (Politecnico di Milano); ”Z.I.P. Zone Interdisciplinar Projects” (Eclettica – Cultura dell’Arte), in una porzione recuperata della città di Barletta; ”Tazebao, i muri parlano….comunicare nello spazio pubblico di una piazza in formazione” (Associazione il Muretto), nell’area di Piazza Alpi/Hrovatin nel Quartiere Piagge di Firenze; ”Neddle Scampia” (APS Jolie Rouge), a Napoli; ”Laurentino38” (Associazione Culturale Orizzontale) nei portierati del quartiere Laurentino Fonte Ostiense di Roma; ”Riconnessioni: percorsi di riattivazione della memoria urbana per riportare la periferia al centro”, nel cuore del quartiere periferico di Palermo C.E.P./San Giovanni Apostolo; ”EX. Progettare l’abbandono” (Associazione Demetra) nella Piazza del Mercato a Terni; ”Palombellissima! Il mio quartiere superlativo” (ARCI Ancona), nel quartiere Palombella di Ancona; ”Zen°Zero zen grado zero” (Associazione Handala), nel quartiere San Filippo Neri a Palermo; ”I muri raccontano” (CasermArcheologica), a Sansepolcro (Arezzo); ”EXtraATR: linee di rigenerazione” (Spazi Indecisi), nel quartiere San Pietro a Forlì; ”Modena Ovest Pavillion” (Associazione CivicWise Italia); ”Game-ntrification” (Associazione culturale Dynamoscopio) a Milano; ”Invasioni Creative” (Associazione Corsia d’emergenza), nel quartiere popolare “Aurora” di Udine; ”Viadellafucina16, Aurora!” (Aps Kaninchen-Haus), nell’area torinese di Porta Palazzo (quartiere Aurora); ”Raid Caterpillar” (Off Site Art (OSA)) a L’Aquila e ”Maap Fiera d’Arte Pubblica” (Maap – Atelier d’Arte Pubblica) a San Giacomo, nella periferia di Matera.

Info: www.beniculturali.it/mibac

Commenti