Eventi

StenLex tornano in mostra

 

Confini. Ritagli su carta è la nuova mostra di StenLex, che inaugurerà il prossimo 20 marzo alla Wunderkammern di Milano. Sten (Roma, 1982) e Lex (Taranto, 1982) avevano già esposto nella sede romana della galleria nel 2015, Matrici Distrutte, una personale in cui tecnica e processo acquisivano la stessa importanza dell’opera finita. Per questa nuova mostra, a cura di Giuseppe Pizzuto e con testo critico di Marta Silvi, la riflessione verte sull’astrattismo. Risultato: mappe immaginarie che richiamano vere mappe dai confini estetici, con opere di medio e grande formato create con la tecnica dello stencil poster, dove l’idea verte, ancora, sulla distruzione delle matrici. Si tratta di una tecnica inventata da StenLex stessi in cui gli artisti incollano un poster alla superficie, tagliano la parte della figura come per realizzare uno stencil, ma successivamente, invece di utilizzarlo, dipingono sopra la matrice. In seguito strappano la carta per rivelare l’immagine finale. È così che gli artisti invertono il concetto di riproducibilità propria dello stencil creando, all’opposto, opere uniche.

Pionieri della tecnica della Stencil Art in Italia, Sten e Lex realizzano il primo stencil per le strade di Roma nel 2001. Con questa tecnica, che hanno contribuito a perfezionare sempre di più, hanno iniziato riproducendo personaggi di B movie e polizieschi americani, evolvendo poi sia nei personaggi rappresentati che nella tecnica stessa. Il duo ha prima introdotto la “Hole School”, che applicava la tecnica della mezzatinta allo stencil e cambiava la percezione dall’astrazione alla figurazione a seconda della distanza dell’osservatore. Rinominata in questo modo per la sua assonanza buffa con old school, la Hole School è inspirata alle incisioni, alla serigrafia e ad altre tecniche di stampa come le grafiche dei giornali anni ’60. Lo stencil poster di fatto è arrivato dopo, nel 2010.

Già presenti su molte pubblicazioni, gli artisti hanno partecipato al Cans Festival di Londra nel 2008, al quale furono invitati da Banksy, e al Nuart Festival in Norvegia, uno degli eventi di Street Art più importanti al mondo, con esponenti internazionali della Street Art come Blek le Rat, Nick Walker, Dolk, D-Face, Chris Stain, Vhils e Roa. Le loro opere sono state presentate in prestigiose gallerie internazionali, fanno parte di preziose collezioni private e si collocano in istituzioni come il Museo MADRE di Napoli, e in maniera permanente al MACRO di Roma.

Wunderkammern

Via Ausonio 1A, Milano
20 Marzo – 20 Aprile 2019

Commenti