Ultimora

Annunciati i vincitori del primo premio dedicato al rapporto Arte e Intelligenza Artificiale

Sono stati premiati i 10 vincitori della prima edizione di RE:HUMANISM, art prize dedicato ad artisti internazionali che mappa le più interessanti proposte legate alla relazione tra arte e intelligenza artificiale.  Oltre 100 artisti che hanno risposto alla call internazionale e tra questi sono stati selezionali i 3 vincitori, presentati il 23 gennaio alla Galleria Nazionale: Nguyen Hoang Giang, il gruppo formato da Barqué-Duran Albert, Mario Klingemann, Marc Marzenit e infine Enrico Boccioletti. Questi i primi tre classificati che riceveranno rispettivamente tre premi per un valore totale di 10.000€: 1° posto 5.000€; 2° posto 3.000€; 3° posto un programma di residenza del valore di 2.000€ e la possibilità̀ di sviluppare il progetto direttamente in azienda e supportato da un team di esperti nel campo delle tecnologie di Intelligenza Artificiale. Insieme a loro gli altri finalisti selezionati, Lorem, Enrica Beccalli in collaborazione con Roula Gholmieh, Guido Segni, Antonio “Creo” Daniele, Michele Tiberio in collaborazione con Diletta Tonatto, Adam Basanta, Daniele Spanò, compongono la rosa degli artisti che saranno invitati a partecipare alla prossima tappa del progetto: una mostra collettiva in primavera nello spazio di AlbumArte. Attraverso l’ausilio di tecnici specializzati, verranno sviluppate le opere che prevedono il coinvolgimento diretto di tecnologie nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale. Agli artisti verrà anche data la possibilità di sviluppare progetti complessi mediante l’utilizzo dei FabLab messi a disposizione dai partner dell’iniziativa, l’Università̀ Ca’ Foscari di Venezia e Lazio Innova. La giuria tecnica di questa prima edizione – composta da Alfredo Adamo, Daniela Cotimbo, Giovanni Losco, Elena Giulia Abbiatici, Giuseppe Chili, Valentina Tanni, Fabrizio Pizzuto, Salvatore Iaconesi e Oriana Persico, Matteo Cremonesi, Cristina Dinello Cobianchi – ha premiato i lavori che hanno centrato il complesso rapporto tra uomo e algoritmo cercando di far emergere attraverso l’analisi critica una visione propositiva del futuro a venire. Info: www.alanadvantage.com

Commenti