Ultimora

Maxischermi e musica basca, il Guggenheim accoglie i visitatori con una nuova sala

Il Museo Guggenheim di Bilbao ha appena inaugurato ZERO, un nuovo spazio espositivo che si pone come punto di partenza nel percorso dei visitatori del museo. «Si tratta di un progetto pioneristico nel panorama museale – ha affermato il direttore Juan Ignacio Vidarte – che conferma l’impegno del museo ad abbracciare le trasformazioni digitali». La sala, che fino a questo momento è stata utilizzata come sala didattica per i visitatori, si è ora trasformata in un luogo di accoglienza sensoriale, dove campeggiano grandi specchi e uno schermo curvo che proietta immagini della storia, del paesaggio e del passato industriale di Bilbao. Un percorso, insomma, che aiuta cittadini e turisti a riscoprire l’ambiente in cui sorge il Guggenheim e a contestualizzare il museo prima di cominciare la visita. A completare il progetto visuale, una colonna sonora ispirata alla cultura basca, in cui il suono locale della txalaparta è mixato con la musica elettronica e internazionale. ZERO è una commissione del Guggenheim Museum di Bilbao creata da Local Projects, uno studio di design esperienziale di New York, noto per il suo approccio al coinvolgimento dei visitatori e le sue collaborazioni pluripremiate con istituzioni culturali in tutto il mondo. Info: www.guggenheim-bilbao.eus/en

Commenti