Ultimora

Facebook censura la Libertà che guida il popolo di Delacroix e poi chiede scusa

Censura e poi si scusa. Cambia modalità Facebook questa volta. È successo in Francia: per promuovere uno spettacolo teatrale il regista Jocelyn Fiorina ha pubblicato l’immagine della piece, La libertà che guida il popolo di Delacroix. Il dipinto, nel corso del tempo (è stato realizzato nel 1830) è diventato un’icona, tanto da finire anche sulle banconote degli allora franchi francesi. L’opera rappresenta la libertà impersonificata da una donna che regge in mano la bandiera francese: dietro di lei, appunto il popolo. La donna ha il seno scoperto e Facebook, per questo, ha pensato di censurare l’immagine. La pubblicità è durata solo pochi minuti, circa un quarto d’ora, rima di essere bloccata dal social network.

Il regista ha quindi deciso di ripubblicare l’immagine censurando il seno della Libertà con un adesivo che recita: Censurata da Facebook. E poi domenica il social torna sui suoi passi: ”L’opera  – scrive in un comunicato – è perfettamente conforme alle nostre regole pubblicitarie. Al fine di proteggere l’integrità del nostro servizio, verifichiamo milioni di immagini ogni settimana e a volte facciamo degli errori. Ci scusiamo quindi per questo sbaglio”.

Commenti