Ultimora

Parma capitale italiana della cultura nel 2020 con il dossier “La cultura batte il tempo”

Parma la città nominata capitale della cultura nel 2020, selezionata tra dieci candidate da una giuria presieduta da Stefano Baia Curioni. Nominata nel 2015 Città creativa Unesco per la Gastronomia, dopo Mantova 2016, Pistoia 2017, Palermo 2018 (e Matera 2019 in Europa), con un dossier intitolato La Cultura batte il tempo, Parma si aggiudica questo nuovo riconoscimento. La città del Correggio e Parmigianino, di Bodoni, Toscanini e Verdi ha battuto Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso, tutte il lizza per il titolo. Ad annunciare il risultato il ministro dei Beni e delle Attività culturali Dario Franceschini, provocando un fragoroso applauso. Commosso il sindaco Federico Pizzarotti: «Raramente ho poche parole, ma stavolta mi avete lasciato senza». La decisione, infatti, è stata unanime e, come riporta la motivazione, Parma è ”esempio virtuoso e di elevata qualità nella progettazione territoriale a base culturale”. Al centro del dossier presentato dalla città, sette distretti socio-culturali in diverse aree della città, che diventeranno spazi di creatività, riflessione, innovazione e rigenerazione. Grazie a cinque milioni di euro, la maggior parte da privati, e al milione del Mibact per la vittoria sarà possibile realizzare i 32 progetti in programma, divisi in Rassegne, Esposizioni, Cantieri e Produzioni.

 

Commenti