Ultimora

La mostra di Mario Nalli alla Galleria GINOMONTI. Filo conduttore, il mare

Protagonista della personale di Mario Nalli Il segreto viola di Mare alla Galleria Gino Monti arte contemporanea di Ancona, a cura di Gabriele Perretta, è il mare. Il mare può rappresentare il liquido amniotico da cui si genera l’essere umano: da questa suggestione si comprende la profondità d’intenti del pittore, che utilizza i suoi colori per dar vita ad un universo immaginifico all’apparenza consueto, ma, in realtà, principe di una rivelazione personale e inusuale. Due miraggi di mare, sei coralli e otto conchiglie, riportano a paesaggi e oggetti che ognuno di noi conosce, però, la trasformazione alchemica in mano alla sapienza pittorica, li rigenera creando un contesto surreale, irreale, metafisico, ‘dell’oltre’, dell’altro da sé. Entrando in contatto con questi dipinti sembra di vivere in un déjà-vu che apre a nuove esperienze. I colori utilizzati: viola, verde, blu e fucsia, ci spingono ad una trasposizione del reale; ciò che è assolutamente realistico, diventa dominio dell’irrazionale; ciò che è assolutamente tangibile, viaggia verso l’astrazione; ciò che ad un primo sguardo ci cattura come qualcosa di esterno da noi, diventa, invece, una sperimentazione dell’intimità; ciò che si dà in maniera spontanea e semplice, diventa oggetto di riflessione interiore; ciò che, inizialmente, può sembrare freddo, si ammanta di sensualità. La materia pittorica assurge a vita, fonte di rigenerazione, di riqualificazione di un vissuto, di un’esperienza organica nel suo concepimento. Il rapporto che Nalli instaura con la tela è un corpo a corpo vivace e fisicamente impegnativo; ha in sé un concetto tragico nel su essere drammaticamente intenso e interattivo. L’artista ci conduce in un processo cui sottostanno mutazioni: dell’oggetto, del suo colore, del sentimento che trasmette una volta portato a termine il non facile compito di gestazione. Entrare in contatto con le opere di Nalli vuol dire immergersi in un miraggio epifanico dove il vagheggiamento di un sogno diventa l’esperienza principe di un accostamento spontaneo. Dove a parlare sono i sensi e le sensazioni. Fino al 10 gennaio 2018, Info: www.galleriaginomonti.it

Commenti