Al Museo Carlo Bilotti i lavori su carta di Antonietta Raphael Mafai

Roma

Il 22 novembre inaugura al Museo Carlo Bilotti una mostra dedicata ai lavori su carta di Antonietta Raphael Mafai, pittrice e scultrice lituana naturalizzata italiana, tra le maggiori esponenti della scuola romana. Riconosciuta dalla critica solo dal 1952, la Mafai partecipa dopo quella data a importanti rassegne, tra cui un’antologica alla Galleria dello Zodiaco di Roma. Nel 1956 vince un premio alla quarta edizione del Premio Spoleto e, nello stesso anno, compie un viaggio in Cina, dove con Aligi Sassu, Giulio Turcato, Agenore Fabbri, Tettamanti, Zancanaro, espone a Pechino e successivamente in alcune collettive in Europa, Asia e America. La mostra, a cura di Giorgia Calò, è realizzata con la consulenza scientifica della figlia Giulia Mafai, grazie alla quale è stata possibile ricostruire il percorso artistico della Raphael che include anche alcune pitture e sculture. Le opere esposte provengono da collezioni private e rivelano i suoi temi prediletti: il nudo, il volto e la maternità frutto di suggestioni provenienti dalla vita famigliare, dalla realtà quotidiana e dalla sua radice ebraica.
Fino al 21 gennaio: www.museocarlobilotti.it/mostre