Ultimora

Mostrare collezioni improbabili: lo scopo del progetto 99Objects

È stato presentato da poco al Mambo di Bologna il progetto 99Objects. Fondato e diretto dal duo artistico PetriPaselli 99Objects è diviso in tre format: 99on-paper (volume fotografico), 99words (blog con articoli di approfondimento sul collezionismo), 99art&design (produzione di un’opera d’arte, grafica, design, fotografica e quant’altro, ideata da un creativo invitato ad hoch). Campo d’indagine del progetto è un tipo particolare di collezionismo orientato su oggetti popolari come posaceneri e portachiavi. Scopo del duo è arrivare a pubblicare 99 libri fotografici dedicati ognuno a un oggetto specifico. Il primo volume uscito ha come protagonista proprio il posacenere.

”I soggetti fotografati – fanno sapere gli artisti –provengono da una unica collezione, portata avanti da Rossella Ricci negli ultimi 20 anni. La collezione conta più di 300 pezzi. Abbiamo scelto soggetti turistici, cercando di dare una panoramica più ampia possibile dei luoghi presenti. Avendo sede in Italia, la collezione vanta in maggioranza località italiane, anche perché proprio in Italia si trovavano aziende leader nella lavorazione della melamina e questa eccellenza italiana, portò la produzione di molti souvenir esteri in Italia. Interessante è notare come molte piccole località turistiche investivano nella produzione di souvenir divulgativi: Pinarella di Cervia, Bellaria – solo per citarne alcune, tra le tante – frutto, nello specifico, di un boom del turismo sulla riviera romagnola. Altrettanto curiosi sono alcuni soggetti, sconosciuti alla maggioranza delle persone che generano uno strano corto circuito, venendo meno alla vocazione di souvenir, in quanto non richiamano alla mente nessun luogo di cui si abbia una memoria popolare”. Info: www.99objects.it

Commenti