Ultimora

Pharos, online milioni di fotografie dagli archivi di 14 istituti europei e americani

Quattordici archivi sparsi fra l’Europa e il Nord America si sono uniti per creare una piattaforma comune e aperta allo scopo di condividere ognuno la propria collezione fotografica. Questo il progetto Pharos che dal 2013, ma solo ultimamente online, ha il dichiarato intento di togliere la polvere sui materiali chiusi spesso in cantina e difficilmente raggiungibili. Accanto alle immagini ovviamente il progetto mette a disposizione tutta la relativa documentazione scientifica come la provenienza del lavoro rappresentato, la sua attribuzione, i vari restauri, la storia delle pubblicazioni, quella della stessa fotografia e quella del lavoro fotografato. Documenti fondamentali ed espressamente dedicati a una nuova generazione di storici dell’arte sempre più abituati a uno consultazione online degli archivi senza la necessità di compilare richieste e noiose procedure burocratiche. Fra le istituzioni partecipanti al progetto ci sono, la Fondazione Federico Zeni di Bologna, la biblioteca Hertziana a Roma, la biblioteca di storia dell’arte francese Inha e il famoso Warburg institute di Londra. 

 

Commenti