Ultimora

La Tate presenta i nuovi appuntamenti per il 2018

La Tate ha annunciato il nuovo programma espositivo 2018 per le sue quattro sedi. Continuando la tendenza vincente degli ultimi anni, la Tate Modern di Londra, vede ancora una volta due mostre, su tre in programma, di artiste femminili. Ad accompagnare l’esposizione Picasso 1932: Love, Fame, Tragedy, nella quale è presente per la prima volta in mostra Le Rêve (Il Sogno) appunto del 1932 e recentemente acquistato all’asta e in prestito dal Moma di New York, due personali dedicate all’artista americana video e performer Joan Jonas dal 14 marzo al 5 agosto e alla designer Bahaus Anni Albers dall’11 ottobre al 19 gennaio 2019. La Tate Britain ospita invece, due importanti collettive: Human: Bacon, Freud and a Century Of Painting dal 28 febbraio al 27 agosto e Aftermath: Art in the Wake of WWI dal 5 giugno al 16 settembre. La prima si concentra sulla pittura figurativa inglese del dopoguerra e include opere di Francis Bacon, Frank Auerbach, R.B. Kitaj e Paula Rego, mentre la seconda racconta, in occasione del 100esimo anniversario della fine della prima guerra mondiale, l’impatto immediato che essa ha avuto nell’arte europea e nello sviluppo dei movimenti d’avanguardia. La Tate di Liverpool festeggia il suo 30esimo compleanno con un doppio appuntamento: una grande retrospettiva sull’artista austriaco Egon Schiele dal 24 maggio al 23 settembre, che include anche un gran numero di disegni inediti, a seguire fino al 17 marzo 2019 una mostra dedicata interamente al francese Fernand Léger. Per concludere al meglio è stata organizzata la prima britannica dell’artista astratto iracheno Dia Al-Azzawi. Infine la Tate St. Ives, riaperta quest’anno dopo un’importante fase di ampliamento, ha programmato un grande appuntamento con 35 artiste femminili sul tema della scrittura di Virginia Woolf da gennaio a maggio e a seguire fino a settembre una mostra  dedicata all’artista britannico Patrick Heron, scomparso nel 1999 e che ha abitato vicino a St.Ives fino alla sua morte. Un programma veramente ricco come sempre. Info: www.tate.org.uk

Commenti