David Prytz torna in mostra alla Galleria Mario Iannelli

Roma

Dopo aver inaugurato nel 2014 la Galleria Mario Iannelli di Roma con la sua prima personale, l’artista norvegese David Prytz torna dal 3 maggio con una nuova mostra per presentare i suoi ultimi lavori. Dal titolo Exocenter, un neologismo che si riferisce al modo in cui organizziamo noi stessi nel nostro ambiente e come comprendiamo la nostra esistenza in relazione al mondo in cui viviamo, Prytz utilizza sistemi di coordinate, come il piano cartesiano, per creare strutture che si riferiscono all’universo e allo spazio. Derivato da concetti di geocentrismo ed eliocentrismo, entrambi capaci di collocare l’essere umano in un certo punto dell’universo, l’ Exocenter descrive la mancanza di un centro definito e come qualsiasi punto, che in qualche modo è in relazione con gli altri, è soprattutto un centro in sé. In questo modo, esamina la complessità del tempo e dello spazio e la relatività del concetto di centro. Trattando ogni elemento come centro per se stesso, attraverso sculture e disegni emergono domande sull’eternità, sullo spazio infinito e sulle nostre regole e affetti individuali. Un’opera sonora completa l’esposizione avvolgendo il visitatore in questo viaggio nello spazio. La mostra è visibile fino al 30 giugno. Info: www.marioiannelli.it