Ultimora

Una spaccato della giovane arte europea in mostra nella biennale Mediterranea

Mediterranea 18Sono veramente un numero notevole di artisti, 230 ad essere precisi, provenienti da tutta Europa, quelli ospitati nella 18esima edizione della Biennale d’arte Mediterranea. Ad accumunare gli autori non è certo la tecnica, pittura, scultura, installazioni, fotografia, video, musica e performance sono tutte tecniche presenti, gli artisti sono uniti invece per l’età. La manifestazione raccoglie infatti solo i nati dopo il 1981 offrendo uno spaccato che si vuole significativo sulla giovane arte contemporanea europea. Per la prima volta a ospitare la biennale dal 4 al 9 maggio, sono Tirana e Durazzo in Albania. L’evento è preceduto da un appuntamento a Bari il 3 maggio quando in oltre 120 saliranno su un traghetto che li porta a Durazzo, e a bordo si terrà una conversazione sul tema Arte e migrazioni con lo scultore greco Costas Varotsos, gli albanesi Adrian Paci e Roland Seiko e altri ospiti di fama internazionale. Impossibile citare tutti gli artisti presenti ma sul sito dell’evento l’elenco completo dà un’idea della portata della manifestazione. Info: www.bjcem.org

Commenti