Ultimora

La Galleria Nazionale tra arte e scrittura, Balla al centro di due appuntamenti

Il 23 marzo alle 18.00 in occasione della mostra Giacomo Balla. Un’onda di luce, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea ospita un incontro di approfondimento sull’artista, figura centrale del Futurismo e dell’arte italiana del Novecento. Una lettura storica e filologica tenuta dal professor Fabio Benzi, ordinario di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università ”Gabriele D’Annunzio” di Chieti – Pescara e membro del Comitato Scientifico della Galleria Nazionale. A seguire, la proiezione, per la prima volta a Roma, della versione ridotta di circa 32′ sottotitolati in italiano, del film – documentario Balla et le Futurisme. Realizzato dal regista Jack Clemente nel 1972, in seguito alla retrospettiva organizzata alla Galleria Nazionale alla fine del 1971, è stato vincitore del Leone d’argento alla Biennale di Venezia nella sezione film d’arte. Un’occasione unica dove la ricerca storica di Fabio Benzi incontra la sperimentazione artistica del pittore, musicista e regista indipendente Jack Clemente che, negli ultimi anni della sua vita, dopo Balla et le Futurisme ha realizzato D’Annunzio e il dannunzianesimo e Rauschenberg e la Pop Art, portato a termine dallo stesso Rauschenberg. Gli appuntamenti proseguono anche nella giornata di venerdì 24 marzo con la Lectio Magistralis di Letizia Rampelli sulla vita di Virginia Woolf dedicata interamente alla scrittura, attraverso la lettura del suo diario e delle sue lettere. Info: lagallerianazionale.com

 

Commenti