La street photography al femminile raccolta da Casey Meshbesher

Los Angeles

Il fotografo statunitense Casey Meshbesher ha sentito la necessità di indagare il mondo della fotografia di strada al femminile. La sua missione è cominciata un anno fa quando ha aperto un blog dedicato proprio a questo tema secondo il fotografo poco esplorato tranne rari e famosi casi come il recente fenomeno di Vivian Maier e la storica autrice Diane Arbus. Dal blog, intitolato  Her Side of the Street, Meshbesher ha fondato anche un gruppo facebook, Women Street Photographers, che raccoglie esclusivamente scatti realizzati da donne che possono postare liberamente due lavori per ogni tema scelto, in genere ogni due settimane. E ovviamente un canale Instagram, womeninstreet che raccoglie scatti con le stesse dinamiche.

«Progetti come questi – dice Meshbesher al Guardian – sono combustibile sul fuoco per la condizione femminile nelle arti, ultimamente rivalutata anche in linea con il movimento femminista. Il problema della poca rappresentazione femminile nel mondo artistico è ben noto e nella fotografia di strada il fenomeno è ancora più grave. L’obiettivo di questi progetti non è nient’altro che cambiare le regole del gioco e credo che stia già succedendo».