Ultimora

Street art in galleria a Catanzaro grazie ad Altrove

C’è tempo fino al 21 gennaio per vedere la mostra Carlo giallo su sfondo di tre cani ospitata nello spazio espositivo del festival di street art Altrove. L’esposizione presenta il lavoro di due autori, uno contemporaneo e un altro moderno. Canemorto e Carlo Zinelli sono infatti i protagonisti del percorso che propone corrispondenze fra due grandi nomi, così vicini, così lontani. Particolare la storia di Zinelli. Rinchiuso all’ospedale psichiatrico di Verona, dopo aver visto gli orrori della guerra in Spagna e in Grecia, nel 1953 comincia a dipingere per la prima volta, come supporto sceglie un mattone. I suoi disegni arrivarono a Jean Dubuffet che in quegli anni teorizzava l’art non-culturelle, brut, e successivamente ad André Breton che ne rimase affascinato. Canemorto, nome noto nel mondo della street art, è un collettivo artistico che simile a Zinelli, e all’art brut in generale, non fa niente per farsi amare dal mercato dell’arte contemporanea ma sceglie sempre la strada più sincera anche se questa porta a lavori oscuri e a volte inquietanti. Un parallelismo particolare quindi quello inscenato in corso Mazzini 178 a Catanzaro che potrebbe essere un peccato perdere. Info: www.altrovefestival.it

Commenti