Ultimora

Nuova vita per il Salone del Libro, addio Torino, gli editori scelgono Milano

Già dall’arrivo della nuova sindaca grillina Chiara Appendino si vociferava la possibilità di una chiusura del Salone del Libro nella sua storica sede torinese, nell’ottica di un trasferimento a Milano. Arriva ora la conferma, tra il disappunto di molti, tra cui anche il ministro Dario Franceschini, e la voglia di novità di tanti editori che hanno votato per il cambiamento. Dopo trent’anni, quindi, il Salone del Libro si svolgerà a Milano, grazie a un progetto dell’Associazione italiana editori e Fiera Milano. Il nuovo progetto si occuperà di tutte le attività di promozione del libro a partire dagli eventi fieristici che saranno a Milano orientativamente da maggio. Il voto in favore di Milano è scaturito da un consiglio generale durato circa tre ore, 17 consiglieri per il sì, otto astenuti e sette contrari. «L’amministrazione e la fondazione di Torino decida di fare quello che vuole – ha spiegato il presidente dell’ Aie Federico Motta – Noi iniziamo un percorso nuovo».

Commenti