Ultimora

Dal 30 luglio al 25 settembre la prima edizione del Festival del Paesaggio

Tutto pronto a Capri per la I edizione del Festival del Paesaggio, a cura di Gianluca Riccio e Arianna Rosica. Aperto lo scorso 4 maggio e distribuito nell’arco di 5 mesi fino al 25 settembre, si configura come un vero e proprio percorso diffuso di mostre ed eventi, incontri e installazioni: un laboratorio permanente di sperimentazione e dialogo, di produzione estetica e di narrazione del nostro tempo, iscritto nel paesaggio e integrato nella sua storia. Nel 1922 Edwin Cerio, intellettuale cosmopolita, padre dello stile architettonico caprese e sindaco di Capri, organizzò il Convegno sul paesaggio. Scopo del convegno era liberare l’isola ”dalle sdolcinate rappresentazioni (…) che da mezzo secolo ne vanno facendo i mercanti di pittura (…) e che non rassomigliano a Capri ma a quella visone che hanno di Capri i turisti che li comprano”. Cerio invitò una nutrita compagine di artisti e intellettuali d’avanguardia con l’obbiettivo di arrivare a definire una nuova, inedita e più profonda interpretazione del paesaggio caprese. Da allora Capri ha continuato ad essere luogo di residenza di grandi intellettuali e artisti, sede di indimenticabili esperienze culturali che hanno rilasciato memorabili rappresentazioni e visioni dell’isola e del suo paesaggio.

Ogni anno il Festival ruoterà intorno alla figura di un artista che, nel tempo, ha stabilito con Capri una relazione privilegiata. Protagonista di questa I edizione è Luigi Ghirri con una mostra personale al Museo della Casa Rossa, a cura di Gianluca Riccio e Arianna Rosica, in cui saranno esposte 24 fotografie selezionate tra quelle realizzate da Ghirri a Capri tra il 1981 e il 1983, che segnano l’avvio per il grande fotografo emiliano di un modo nuovo di leggere l’ambiente e il paesaggio. La mostra Luigi Ghirri è promossa dall’Associazione Il Rosaio e la Fondazione Capri insieme al Comune di Anacapri e alla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggi per il Comune e la Provincia di Napoli e in collaborazione con Archivio Luigi Ghirri, Fondazione Exclusiva e Accademia di Belle Arti di Urbino.

Sempre nella Casa Rossa si potrà visitare Passaggi, una selezione di opere di paesaggisti dell’Ottocento dalla collezione L’Isola dipinta del Comune di Anacapri in dialogo con i lavori di alcuni artisti che negli ultimi 6 anni hanno partecipato a Travelogue, programma di residenza d’artista e workshop con gli studenti delle scuole superiori di Capri e Anacapri: Gianfranco Baruchello, Sandro Chia, Gianluca Di Pasquale, Goldschmied & Chiari, Angelo Mosca, Ettore Spalletti, Michele Tocca.

Quest’anno Stefano Arienti e Liliana Moro sono gli artisti che hanno partecipato a Travelogue. Nella settimana di residenza ad Anacapri, gli artisti hanno potuto confrontarsi con la natura e l’architettura dell’isola e approfondirne la storia e le influenze, analizzato le trasformazioni del paesaggio caprese per definirlo e ri-definirlo. Il risultato sono due installazioni site specific realizzate per OPEN, mostra a Villa San Michele in cui identificheranno un ipotetico, “nuovo” paesaggio caprese.

 

Commenti