Ultimora

Fake!, parte il contest britannico per distinguere opere originali da falsi

Qual è la differenza tra un dipinto originale e una sua riproduzione fedele? Apparentemente nessuno, ma in realtà sappiamo che non è così. Spesso però distinguerli non è così semplice e, questa difficoltà, è dovuta soprattutto alla nostra leggerezza nell’osservare le opere e nel soffermarci su di esse. Per questo i musei britannici hanno aderito all’iniziativa Fake! The Great Masterpiece Challenge, un contest al centro di un programma televisivo inglese che invita a riconoscere 7 falsi d’autore sostituiti agli originali nelle gallerie d’arte che partecipano al gioco. I “fake” saranno disseminati dal 2 luglio al 1 agosto tra la Scottish National Portrait Gallery di Edimburgo, il National Museum di Cardiff (Scozia), la Guildhall Art Gallery di Londra, la Manchester Art Gallery, la Lady Lever Art Gallery di Port Sunlight e la Walker Art Gallery di Liverpool. Chiunque riesca a distinguere le copie dalle originali potrà partecipare al concorso per il più esperto scopritore di falsi d’arte e portarsi a casa una copia di un capolavoro dell’arte britannica per il valore di 5 mila sterline. Solo i curatori del museo, i produttori dello show e i presentatori, Giles Coren e la storica dell’arte Rose Balston, sapranno quali dipinti sono originali e quali invece sono stati rimpiazzati.

 

Commenti