Ultimora

La città si candida come capitale italiana della cultura nel 2018

Palermo, la città siciliana che ospiterà nel 2018 Manifesta 12 si candida nello stesso anno come capitale italiana della cultura. Ci aveva già provato qualche tempo fa, quando il dossier era stato preparato per la candidatura come capitale europea della cultura nel 2019, concorso vinto poi da Matera. Un passo importante per Palermo con il quale si presenta come una realtà attenta all’arte contemporanea e alla sua possibilità di far girare l’economia locale. A decidere è stata la giunta comunale ”L’amministrazione – spiega infatti l’assessore Andrea Cusumano – ha dunque deciso di presentare per lo stesso anno la candidatura a Capitale della Cultura italiana ritenendo che la visibilità data da Manifesta 12 potrà favorire l’immagine del paese, rispondendo in modo incisivo alla volontà del Governo di diffondere il valore della cultura come volano per la coesione sociale, l’integrazione e lo sviluppo”.

Il sindaco Leoluca Orlando ha invece sottolineato come ”l’eventuale nomina a Capitale Italiana della cultura potrà rafforzare le iniziative comunque già programmate e finanziate con interventi quali il Patto per Palermo ed il Pon Metro, oltre alla sempre più efficace sinergia con le principali istituzioni culturali della città, e potrà servire da corollario ad una programmazione culturale che presti attenzione alle realtà locali ed ai giovani, ampliando gli orizzonti partecipativi”.

L’idea generale è coinvolgere negli eventi non solo Palermo ma anche centri vicini di altrettanto valore culturale come Cefalù, Monreale, Bagheria e Castelbuono. «Si tratta – conclude il sindaco – di una scelta strategica che serve a rafforzare un programma già definito e di grande spessore per dare un impulso allo sviluppo attraverso il vettore culturale e turistico, veri tesori del nostro territorio».

Commenti