Ultimora

Marilyn Monroe e Beatles, doppio appuntamento in città

Doppio appuntamento domani a Torino. Da una parte apre al Mao, Museo d’arte orientale, l’esposizione Nothing Is Real, quando i Beatles incontrarono l’Oriente e dall’altra palazzo Madama ospita la rassegna fotografica dedicata a Marilyn Monroe raccolta sotto il titolo La donna oltre il mito. Per la prima esposizione la curatela è stata affidata a Luca Barbero che nelle sale del museo racconta il viaggio dei Fab Four in India del 1968. Erano anni un cui la cultura orientale aveva una forte influenza in quella occidentale come dimostrano anche molti pezzi in mostra firmati da Alghiero Boetti, Ettore Spalletti, Luigi Ontani e Francesco Clemente. E poi memorabilia beatlesiani, foto di Pattie Boyd, allora fidanzata di George Harrison e poi amante e futura moglie di Eric Clapton, senza dimenticare Siddharta, il romanzo di Herman Hesse. Aperta fino al 2 ottobre il percorso si dipana per tutte e undici le sale del museo.

Diverso il caso di Monroe che fino al 19 settembre rimane degli spazi di palazzo Madama a partire proprio da domani, il giorno di quello che sarebbe stato il suo novantesimo compleanno. L’esposizione raccoglie 150 oggetti personali, molti dei quali provenienti dalla sua casa di 5th Helena Drive in Brentwood, California, lasciati al suo maestro di recitazione e mentore Lee Strasberg. Vestiti, accessori, oggetti personali, articoli di bellezza, documenti, lettere, appunti su quaderni, contratti cinematografici, oggetti di scena e spezzoni di film. E le fotografie della diva, quelle inedite e originali della stampa del tempo, e quelle scattate dai leggendari fotografi dell’attrice come Milton Greene, Alfred Eisenstaedt, George Barris e Bernt Stern che la ritrasse poco prima della morte in un famoso servizio per Vogue. 

 

Commenti