Foto Inside

Spring Attitude, Spazio 900

Grandi nomi della musica elettronica si sono alternati sabato sera sul palco di Spazio 900 per la serata conclusiva dello Spring Attitude Festival. Apre Iosonouncane che esegue brani tratti da La Macarena su Roma e il più recente DIE, tra i grandi successi della passata stagione discografica indipendente. Il cantautore mescola la sua chitarra a sonorità decisamente più elettroniche, suona alla grande e convince davvero tutti anche grazie al supporto della sua band. Dopo un breve cambio palco arriva il turno degli AIR. “Non facciamo tour da cinque anni e abbiamo una gran voglia di ricominciare, suoneremo i nostri pezzi migliori” hanno dichiarato in una recente intervista, e infatti la scaletta che presentano al pubblico romano è composta esclusivamente di grandi successi. Vestiti interamente di bianco, Nicolas Godin e Jean-Benoit Dunckel creano un’atmosfera sonora densa che non delude certo le aspettative. Si continua con il DJ set dell’inglese Matthew Herbert e l’atmosfera cambia, le luci si abbassano, il volume si alza e il pubblico comincia a ballare. A notte fonda arriva il turno del produttore coreano Hunee e quando ormai è quasi mattina, con Not Waving, cala il sipario sull’edizione 2016 dello Spring Attitude Festival.
Photo Giovanni De Angelis

Commenti