Ultimora

Maurizio Cattelan sta tornando con un suo lavoro al Guggenheim ma non solo

Torna dove lo avevamo lasciato quattro anni fa, parliamo di Maurizio Cattelan che aveva dato l’addio all’arte nell’ormai lontano 2012 con la retrospettiva appesa al Guggenheim di New York. E propio nel museo della grande mela ritorna con un lavoro che potrebbe intitolarsi America: un orinatoio tutto d’oro installato all’interno dei bagni nella struttura di Frank Lloyd Wright . Ma come suo solito, Cattelan torna in grande spolvero e se l’inaugurazione statunitense è prevista per il 10 maggio la proiezione del film Be Right Back dedicata alla sua carriera d’artista è invece in programma al Tribecca per il 24 aprile. A chiudere il grande ritorno di uno degli artisti contemporanei italiani più famosi al mondo è un suo altro lavoro che verrà presentato a giugno durante Manifesta a Zurigo: un uomo che cammina su un lago con la sedie a rotelle, metafora di un Cristo stanco. Come a celebrare i quattro anni di silenzio Londra omaggia il giullare dell’arte riproponendo la sua prima personale in città nella stessa galleria, Daniel Newburg gallery, che all’epoca l’aveva ospitata nel 1994: un asino illuminato da un lampadario di cristallo che mangia del fieno. Come dice Franceso Bonami sulla Stampa: Speriamo abbia avuto ragione a tornare.

Commenti