Il 30 aprile il museo archeologico apre tutte le sue sale

Reggio Calabria

Finalmente è stata comunicata una data: 30 aprile. Apre il museo Archeologico di Reggio Calabria. O meglio, apre interamente tutte le sue sale. Fino a quel giorno sono visibili solo le stanze dedicate ai bronzi di Riace. Ad annunciarlo è stato proprio il direttore, dietro la scrivania da appena sei mesi, Carmelo Malacrino: «L’apertura è un grande orgoglio per tutti quelli che mi affiancano nel lavoro di questi mesi, anche per i restauratori». Palazzo Piacentini ospita l’intera collezione, restaurata da ABDR di Paolo Desideri, che vanta pezzi preziosissimi come, e per citarne uno dei tanti famosi, la Testa del Filosofo. Oltre 200 vetrine accolgono reperti della Magna Grecia: preziosi bronzi, ceramiche decorate e gioielli per decenni scomparsi nei depositi, racconteranno la storia antica della Calabria, reperti distribuiti su quattro piani e dotati di sistemi informativi. Si spera che con l’apertura di più sale il museo possa attirare più visitatori che da gennaio fino ad oggi sono stati solo, quelli paganti, 1.600.