Ultimora

Nuovo record nel mercato dell’arte. Un de Kooing e un Pollock pagati 500 milioni

Riflettori puntati su Kenneth C. Griffin, uno dei miliardari più in vista degli Stati Uniti, gestore di quella che è diventata negli anni una delle maggiori società di gestione degli investimenti alternativi del mondo. Dagli anni ’90 ha iniziato anche a farsi strada nel mercato dell’arte, come uno dei più attivi acquirenti, comprando opere di grandi nomi che vanno da Cèzanne a Jasper Johns da Monet a Richter e donando milioni di dollari alle istituzioni di cui è parte come il MoMA e l’Art Institue di Chicago. Tuttavia ora gli occhi sono puntati su di lui perché sembra che abbia acquistato dalla Fondazione di David Geffen, magnate dell’entertainment, due capolavori dell’arte moderna: Interchange di Willelm de Kooning e Number 17A di Jackson Pollock, pagati in tutto 500 milioni di dollari, cifra che cancellerebbe l’ultimo record mondiale di acquisti nel mondo dell’arte, fermo ai 300 milioni spesi lo scorso anno dalla famiglia reale del Qatar per il dipinto di Gauguin. 

Commenti