Ultimora

Il Google Cultural Institute si estende alle arti dello spettacolo per performance visibili a 360°

Non solo le grandi collezioni d’arte dei musei di tutto il mondo, ora il Google Cultural Institute si apre anche alle arti dello spettacolo. In un nuovo spazio virtuale, infatti, il progetto che da ormai diversi anni sta cercando di avvicinare le nuove tecnologie alla cultura regala una visione a 360 gradi di spettacoli, concerti e balletti solo con un click. Senza necessità di uscire di casa o viaggiare, gli utenti potranno collegarsi al sito e assistere alle performance sul palco o sbirciare anche dietro le quinte. Il nuovo spazio virtuale è accessibile su g.co/performingarts ed è realizzato in collaborazione con più di 60 istituzioni culturali di tutto il mondo, come il Carnegie Hall, la Filarmonica di Berlino e l’Opera Garnier di Parigi e, in Italia oltre al Teatro dell Opera di Roma, il Teatro di San Carlo di Napoli, il Teatro della Pergola di Firenze e il Museo del Violino di Cremona. Grazie alla tecnologia video a 360 gradi e a Google Cardboard, un semplice visore 3D, al Teatro dell’Opera di Roma gli utenti possono vivere in modalità realtà virtuale la performance “Ascesa e caduta della città di Mahagonny”, città immaginaria dove tutto è permesso.

Commenti