Ultimora

Riparte la biennale di fotografia Photolux, fra gli ospiti Joel-Peter Witkin il grottesco

Riparte dal 21 novembre la biennale di fotografia lucchese, Photolux. Fino al 13 dicembre la città toscana viene invasa da una serie di mostre, letture portfolio, talk, workshop, concorsi e incontri tutti incentrati su un unico tema, quest’anno Sacro e profano. Fra gli ospiti d’onore il fotografo Joel-Peter Witkin considerato blasfemo, osceno, depravato e grottesco, in realtà è particolarmente adatto per il filo rosso di questa edizione. Declinare infatti il tema attraverso la fotografia permette, da un lato, di compiere un viaggio intorno al mondo, che è anche un viaggio interiore, alla scoperta dei luoghi dello spirito e degli uomini che li animano sperimentando una tensione verso il divino di volta in volta diversa e sempre affascinante. Dall’altro, di rileggere l’iconografia sacra in chiave dissacrante o provocatoria, di avventurarsi in territori ritenuti generalmente non rappresentabili, confrontandosi con le pulsioni e i sentimenti più terreni dell’animo umano e le sue aberrazioni. Il mezzo fotografico, dunque, come linguaggio privilegiato per svelare questa dualità e indagarne le diverse declinazioni e interpretazioni possibili. Info: www.photoluxfestival.it

Commenti