Ultimora

Elena Bellantoni presenta ”Lucciole”, rivisita Pasolini per affrontare la condizione femminile

In occasione dell’Undicesima Giornata del Contemporaneo, Alviani ArtSpace, spazio di ricerca e di contaminazione tra linguaggi artistici e tecnologici, diretto da Lucia Zappacosta, inaugura la terza stagione espositiva, dedicata alla luce nell’anno internazionale indetto dall’Unesco (IYL15) con Lucciole, la mostra personale di Elena Bellantoni, a cura di Antonello Tolve, sabato 10 ottobre 2015 alle 19.30. Partendo dall’apocalittica considerazione di Pier Paolo Pasolini contenuta in Lucciole, (originale critica alla società dello sviluppo neoedonistico e metafora d’un – sentito e allarmante – vuoto di potere in Italia), lo scritto corsaro pubblicato il 1° febbraio 1975 («io sono nata proprio nel 1975»), la Bellantoni apre una nuova pagina del proprio diario creativo per dar vita a un discorso circolare sugli ultimi 40 anni di storia che hanno trasformato la formosissima donna leopardiana in un territorio calpestato dal qualunquismo, in una regione maltrattata dall’incuria, in un ambiente politico senza contenuto. Lucciole, primo lavoro che apre il nuovo programma espositivo dell’Alviani ArtSpace, è un dispositivo che sovrappone la storia personale dell’artista a quella politica del Belpaese per invitare lo spettatore a riflettere e ricordare.La mostra sarà visibile fino al 21 novembre.

Info: www.alviani-artspace.net

Commenti