Ultimora

Fondazione Ermanno Casoli dà il via a E-Straordinario, il workshop sull’arte rivolto ai bambini

Elica e la Fondazione Ermanno Casoli promuovono un nuovo appuntamento di E-Sstraordinario for Kids – ciclo di workshop formativi con gli artisti dedicati ai ragazzi – che si tiene ormai tradizionalmente prima dell’inizio della scuola. Giunto alla sua terza edizione, il progetto rientra nell’ambito di E-Straordinario, il programma di formazione che porta l’arte contemporanea nel mondo dell’impresa, sperimentato con successo in numerose realtà aziendali come valido strumento didattico-metodologico rivolto ai dipendenti, per il quale la Fondazione Ermanno Casoli ha ottenuto molti riconoscimenti, tra cui il patrocinio del ministero per i Beni e le Attività culturali. Sarà Elisabetta Benassi ad accompagnare i bambini in questo progetto ad alto tasso creativo. Artista tra le più originali e nota a livello internazionale, il suo lavoro si caratterizza per i riferimenti alla tradizione culturale e politica del Novecento, ma anche per uno specifico interesse, nei confronti della memoria e della storia. Il titolo del suo workshop è Prototipi, a cura di Marcello Smarrelli, direttore artistico della FEC. Il laboratorio si svolgerà giovedì 10 settembre all’headquarter Elica di Fabriano. Nell’arco della giornata di workshop i bambini lavoreranno con l’artista alla realizzazione di una scultura collettiva, un’installazione di grandi dimensioni ottenuta tramite l’assemblaggio di diversi modelli e parti di cappe per cucina. L’artista e il suo mini team si avvarranno costantemente della consulenza tecnica dei prototipisti e dei progettisti di Elica, reimpiegando e customizzando in maniera immaginifica i prodotti realizzati dall’azienda. I bambini si trasformeranno così in prototipisti per un giorno, regalando all’azienda un nuovo punto di vista sui modelli, le funzioni e i possibili impieghi delle cappe prodotte da Elica. Per l’occasione prenderà parte all’iniziativa anche un gruppo di figli di dipendenti di un’altra importante azienda del territorio, Fileni. «L’invito ricevuto dalla Fondazione Ermanno Casoli per realizzare un lavoro collettivo con i bambini – spiega Elisabetta Benassi – è una originale occasione per sviluppare un nuovo progetto coerente con la mia ricerca. Un gruppo di bambini (i figli dei dipendenti della ditta Elica) invitati a guardare da un’altra angolazione degli oggetti funzionali (le cappe di aspirazione), dirigeranno l’esperimento e nell’arco di un giorno progetteranno e costruiranno (con la collaborazione dei prototipisti di Elica), un inedita forma con una nuova funzione come fosse un nuovo prototipo. Il nome del prototipo che prenderà vita sarà poi assegnato dai bambini alla fine della giornata».

«La Fondazione si pone come obiettivo la contaminazione tra l’arte e l’impresa – ha aggiunto il presidente di Elica Francesco Casoli – l’arte intesa come forma di creatività diventa fonte di innovazione: Picasso sosteneva che ogni bambino è un artista, il problema è poi come rimanere artista quando si cresce. Abbiamo molto da imparare dai bambini. È importante che quest’anno E-Straordinario coinvolga i figli dei dipendenti di un’altra impresa del nostro territorio; infatti, sono da sempre convinto che dalla condivisione nascano i progetti migliori e più duraturi».

Info: http://fondazionecasoli.org/

 

Commenti