Ultimora

In un libro il Giacomo Balla stilista di moda

L’11 marzo del 1915 viene pubblicato il manifesto Ricostruzione futurista dell’universo. Il testo proclamava l’estensione dell’estetica futurista al vivere quotidiano. Arredamento e moda venivano conquisati dai colori squillanti e dalla composizioni astratte classiche del movimento d’avanguardia. A dare il suo contributo per questo nuovo universo anche Giacomo Balla. Esce, a cento anni dal manifesto, un libro, Moda futurista, disegni e tempere di Giacomo Balla, dedicato al pittore che raccoglie una quarantina di schizzi fra disegni e tempere incentrati sull’applicabilità dell’estetica futurista alle arti applicate. Edito da Gli ori editori il piccolo volume si presenta come un catalogo a fisarmonica con i pattern dell’artista da intendersi come suggerimento per decorazioni di sciarpe, camice, pantaloni ecc. Tutti i disegni, una quarantina, possono essere catalogati in un lasso di tempo che va dal 1914 e 1929. Info: www.gliori.it/index.php

Commenti