Maria A. Aristidou, quando il caffè diventa pittura

Londra

Le immagini di Maria A. Aristidou stanno diventando virali sulla rete. Artista commerciale, illustratrice, cake designer a Cipro e in Gran Bretagna, così è come si definisce, sta sfruttando per dipingere un materiale che in realtà è molto più comune nell’arte di quanto non si possa pensare: il caffè. Una tecnica che abitualmente è utilizzata nelle Accademie di Belle Arti ancora prima dell’acquerello e che permette di realizzare con facilità dei perfetti ritratti dalle tonalità seppia. Così, senza usare pastelli, acrilici o colori ad olio, Aristidou si serve del caffà per immortalare le icone pop del nostro tempo. Il risultato sta riscuotendo un grande successo tra il pubblico del web, probabilmente anche per la scelta dei soggetti da lei scelti. «La prima volta che ho usato il caffè per dipingere è del tutto casuale – ha spiegato l’artista cipriota – mentre dipingevo, un po’ di caffè è caduto sulla tela creando una macchia. Dopo averla guardata bene, ho capito che quella macchia aveva un qualcosa di interessante».