Salvatore Marsillo – L’arcipelago delle differenze

Napoli

Nell’opera di Salvatore Marsillo si respirano molte contaminazioni: da Schifano a Festa fino alla Transavanguardia. Ma ha elaborato questi stimoli in una ricerca molto personale, fino a diventare uno degli interpreti contemporanei della Scuola di Piazza del Popolo tra i più affermati in circolazione. Dopo una serie di mostre romane, oggi Salvatore Marsillo è arrivato nella Napoli intellettuale. Dal 25 marzo fino all’ 8 aprile nello spazio ù Arte, del centro culturale Casa di U, è in scena il progetto L’arcipelago delle differenze. Ancora una volta, è il percorso della materia il protagonista delle sue opere, da un’origine confusa e irrequieta, fino all’equilibrio, all’armonia, all’allineamento dei sensi. Tutto guidato dal vigore emotivo dell’artista, dalle sue esperienze, dalla sua sensibilità. E raffigurato con un disinvolto uso del colore, dei supporti, dei materiali e delle tecniche. Il messaggio affiora prorompente e liberatorio: il dialogo tra le diversità come unico metodo per trovare l’armonia.

Marsillo ha davanti a sé un periodo denso di appuntamenti artistici. Dopo la personale partenopea parteciperà alla prima edizione della Biennale romana Romart, in programma alla Fiera di Roma dal 15 al 18 maggio.

Articoli correlati