Ultimora

Martin Parr, l’artista che orienta il mercato dei libri d’arte. A raccontarlo un libro

Lo sapevate che l’artista Martin Parr è uno dei più grandi collezionisti al mondo di libri di fotografia? Pare che la sua raccolta conti più di 12.000 volumi e, a renderlo noto, oltre a un articolo apparso su The Guardian che lo definisce “the man who matters most in the world of the photobook” (l’uomo che conta di più nel mondo del photobook), anche un volume ironico, ideato dal fotografo svizzero Roger Eberhard e pubblicato di recente dalla casa editrice indipendente di Zurigo b.frank books. Il titolo Martin Parr looking at books (Martin Parr che guarda i libri, spiega di per sé il contenuto: una satira al mondo della critica e della fotografia. “Nessuno rappresenta il mercato del libro di fotografia come Martin Parr – spiega Eberhard sulla sua pagina web – e dai suoi giudizi dipende ormai il successo o il fallimento di un volume. I collezionisti comprano un libro solo perché l’ha detto Parr”. Il testo riporta numerose fotografie di Parr, mentre sfoglia libri d’arte, per lo più durante festival d’arte contemporanea, spiegando come ormai i giornalisti lo seguano incessantemente per vedere cosa sfoglia e cosa compra in modo da sapere quali sono le tendenze in voga e mostrando come i giovani fotografi facciano la fila per assicurarsi un’introduzione di Parr nel loro libro.

Commenti