Ultimora

Con l’arte gli scarti diventano bellezza

Valorizzare i materiale di scarto, i prodotti non perfetti e gli oggetti senza valore. Dare un’altra forma a ciò che nel quotidiano non è più bello né utile e far sì che l’oggetto diventi ”altro”: non più scarto che affolla e sporca il mondo circostante, ma un oggetto nuovo, dotato di nuovi usi e significati. Ha inaugurato a Palermo il progetto Scarti d’autore: il riuso dei rifiuti nei processi produttivi, curato da Amorlab – arte moda oggetti riuso – in collaborazione con Confindustria Sicilia. Da questa collaborazione fra il mondo dell’arte e quello delle imprese è nata la mostra Metalbotanica. Si tratta di interventi site specific dell’artista romana Margherita Marchioni, ospitati nei giardini dell’Orto botanico di Palermo e capaci di dialogare le opere Justin Bradshaw, artista londinese che propone dipinti in lastre di rame di 10 centimetri realizzate ad olio.

Di fondamentale importanza nel dialogo degli artisti con il territorio è stato il coinvolgimento delle aziende siciliane e, in particolare, della Salerno Packaging, Cappello Group e gruppo Catanzaro, che hanno aperto le porte delle loro imprese e fornito i propri materiali di scarto. Margherita Marchioni ha poi intrapreso la lavorazione dei materiali coinvolgendo un gruppo di studenti del corso di decorazione dell’Accademia di belle arti di Palermo, selezionati per questo workshop tematico da Antonella Amorelli, ideatrice del progetto artistico, e Luciana Giunta, direttrice dell’Accademia di belle arti.

Oggi e domani all’Orto botanico di Palermo

Commenti