Ultimora

Sull’Aurelia inaugura una mostra non convenzionale

Venerdì 26 settembre inaugura There is No Place Like Home, un progetto espositivo nato dalla condivisione di intenti di Stanislao Di Giugno, Giuseppe Pietroniro, Marco Raparelli e Alessandro Cicoria, con la collaborazione di Martina Adami, Giuliana Benassi, Davide Franceschini, Valeria Giampietro e Giulia Lopalco. La sede della mostra è a Roma, in via Aurelia Antica 425. Ma come il luogo, così anche l’orario e la curatela in questa mostra si distinguono per originalità: un’esposizione no-stop aperta 24 ore su 24 e curata da un gruppo di artisti che hanno deciso spontaneamente di unirsi per portare l’attenzione sul progettare come gesto d’incontro. L’iniziativa nasce da una scelta mossa dal desiderio di dare forma a un’azione aggregativa che meglio si potrebbe definire come un’occasione di partecipazione, un avvicinamento tra artisti attraverso la realizzazione di un progetto autonomo che parte dall’individuo per presentarsi in forma corale. Un progetto di natura sperimentale, in continua evoluzione, che introduce nel tradizionale format curatoriale un forte cambiamento di rapporti tra le principali componenti chiamate in causa (curatore, artista, opera, spazio espositivo), offrendo una possibilità alternativa di visione. Non ci sarà una regia critica a dettare un tema dominante, il luogo espositivo sarà mutevole e gli inviti saranno rivolti dagli artisti ad altri artisti. Lo spazio scelto per l’esposizione è un cantiere, una casa in costruzione senza muri, senza accessi convenzionali e dotata solo di elementi portanti: una metafora ideale di questo progetto in fieri che si costruirà nel tempo. Tra gli artisti, Eli Cortiñas, Cesare Pietroiusti, Giuseppe Pietroniro, Luigi Presicce, Marco Raparelli, Max Renkel.
Info: inaugurazione alle 22.30 di venerdì 26 settembre. Durata: 26, 27 e 28 settembre, anche nelle ore notturne, mail: thereisnoplaceshow@gmail.com

Commenti