Eventi

Al via Fotografia europea

Inizia la nona edizione di Fotografia europea, festival promosso dal comune di Reggio Emilia interamente dedicato alla fotografia. Quest’anno il filo conduttore della manifestazione è la riflessione sullo sguardo, tema ispirato dalla lezione dell’artista emiliano Luigi Ghirri, maestro indiscusso della fotografia italiana del Novecento. Vedere uno sguardo infinito, dove quest’ultimo non si limita a guardare il mondo, ma si interroga e si confronta con immagini che ne evidenziano l’autonomia del pensiero. Attraverso un articolato programma di mostre e istallazione il festival intende proporre un vasto sguardo sul panorama artistico fotografico nazionale e internazionale, offrendo al pubblico differenti focus tematici: le mostre Senza meta, il libro come pensiero fotografico e Divine Violence di Adam Broomberg e Oliver Chanarin, approfondiscono il ruolo del libro fotografico; l’elemento surrealista nella fotografia e il suo dipanarsi in diverse direzioni (la personale dedicata alla fotografa di moda francese Sarah Moon, gli sguardi alternativi di Silvia Camporesi, Paolo Simonazzi e Andrea Ferrari e la mostra Illusionismo Surreale, fantasie fotografiche del primo Novecento in Europa a cura di Harri Kalha in collaborazione con The Finnish Museum of Photography e Laura Serani); esposizioni focalizzate sulla visione del presente e nel presente (Simone Bergantini con Addiction e Massimiliano Tommaso Rezza con The Narrow Door).

La partecipazione di Magnum Photos ha permesso inoltre la presentazione, per la prima volta a Reggio Emilia, di una retrospettiva su Herbert List e la mostra collettiva No Place Like Home, sul tema dell’abitare, analizzato da otto fotografi contemporanei internazionali. Arricchiscono la proposta espositiva del festival la personale, a cura del MAST di Bologna, dedicata a Erich Lessing su fotografia e industria e la olclezione di alcune delle opere dei fotografi che dal 2006 hanno partecipato a Fotografia europea. Una serie di incontri, conferenze, workshop, visite guidate alle esposizioni, book signing e spettacoli, animeranno le giornate dell’evento, con illustri personaggi del mondo dell’arte, curatori e artisti, che daranno vita a tavole rotonde, discussioni e incontri, con la prerogativa di interrogare la fotografia contemporanea nella sua molteplicità di punti di vista, sguardi e interpretazioni. Verrà inaugurato in questa edizione l’intervento di ristrutturazione dell’architetto Italo Rota del Palazzo del Musei, dove verrà esposta l’opera del ’73 Alfabeto di Claudio Parmiggiani, realizzata in collaborazione con lo stesso Ghirri dove protagonista assoluto è il frammento inteso come reliquia, come emblema, come lettera di alfabeti perduti e parola sottratte alla distruzione.

Fino al 15 giugno; Reggio Emilia, varie sedi; info: www.fotografiaeuropea.it

Commenti