La Bao publishing spiega perché un fumetto costa quanto costa

Roma

Passando fra gli scaffali di una libreria e incontrando un fumetto che per un motivo qualsiasi ha attirato la vostra attenzione, avete mai pensato che fosse troppo caro? Evidentemente non siete gli unici, perché il Blog della casa editrice di fumetti Bao ha postato un articolo che spiega da cosa è regolato il prezzo di una graphic novel. Le ragioni sono molte e vanno dalla tiratura (e quindi i costi di stampa) dalle percentuali che si prendono le librerie, passando per i soldi che si devono all’autore e a chi ha lavorato dietro il volumetto in libreria. «Per esempio – scrivono sul sito –  se intendo stampare duemila copie di un libro che si venderà a venti euro e l’autore ha diritto all’8%, l’anticipo sarà calcolato sulla base di 2.000 x 20 = 40.000 x 8% = 3200 euro.
Ora, abitualmente l’anticipo non dovrebbe mai arrivare a coprire il 100% della tiratura, perché anche soltanto calcolando le copie fallate o rovinate in spedizione e le copie omaggio o inviate alla stampa per motivi promozionali, è impossibile vendere il 100% di una tiratura, quindi per un progetto del genere diciamo che qui da noi potremmo arrivare a offrire un anticipo basato sul 70% della tiratura, quindi 3200 x 70% = 2240». Qui l’articolo completo

Articoli correlati