Ultimora

Condanna a otto mesi per la donna che ha danneggiato il Delacroix

È stata condannata a otto mesi di prigione con la condizionale la donna che il 7 febbraio 2013 ha imbrattato col pennarello indelebile nero La libertà che guida il popolo, quadro simbolo della Francia, dipinto da Eugène Delacroix nel 1830 ed esposto nella sede distaccata del Louvre a Lens, nel Nord della Francia. La 29enne Ingrid Capola, che dovrà sottoporsi obbligatoriamente a una terapia ed è stata bandita dai musei per un tempo di prova di due anni, dovrà inoltre risarcire con 1.255,80 euro per danni materiali e altri 5.000 euro per danni morali. Sulla Libertà, la Marianne che guida alla rivolta contro la politica reazionaria di Carlo X, la donna aveva scritto ”AE911”, forse in riferimento a una tesi cospirazionista che contesta la versione ufficiale degli attentati dell’11 settembre, per 30 cm di lunghezza e 6 di altezza prima di essere arrestata. Per il danneggiamento di un’opera d’arte affidata a un museo, la donna rischiava fino a sette anni di prigione e 100.000 euro di multa.

Commenti