Ultimora

Un viaggio nei luoghi della Grande Bellezza

Una domenica ecologica all’insegna della scoperta dei luoghi del film La Grande Bellezza. È il progetto dell’assessorato alla Cultura e del dipartimento Cultura di Roma Capitale che sarà online domani in occasione della cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria al regista, premio Oscar, Paolo Sorrentino. Attraverso la proposta di un percorso e 31 schede descrittive ed originali i cittadini e i turisti sono guidati alla scoperta di ciascun luogo, attraverso notizie storiche, riferimenti al film e informazioni pratiche che permettono di ottenere anche i permessi speciali per entrare all’interno dei siti più inaccessibili. Un lavoro reso possibile grazie ai testi che lo storico dell’arte e scrittore Costantino D’Orazio, autore del libro La Roma segreta del film La grande bellezza (Sperling & Kupfer) ha gentilmente concesso all’assessorato e che descrivono i palazzi privati, i giardini nascosti, le chiese e gli scorci inediti immortalati dalla cinepresa.
Il percorso sarà on line su www.comune.roma.it/cultura, su www.culturaroma.it e su www.turismoroma.it. I tre itinerari hanno durata differente, da due a tre ore, e offrono un ventaglio diverso di proposte. Partendo dalla casa di Jep Gambardella, che affaccia sul lato sud dell’Anfiteatro Flavio, il monumento più celebre del mondo. A piazza Navona, palazzo Sacchetti, in via Giulia, palazzo Taverna. E ancora i portone di Santa Maria del Priorato all’Aventino, col buco della serratura più famoso di Roma, alle sculture dei musei Capitolini, dal cortile di palazzo Altemps allo scalone monumentale di palazzo Braschi, dalla Fornarina di Raffaello in Palazzo Barberini alla falsa prospettiva di Borromini in Palazzo Spada, fino al gruppo scultoreo dei Niobidi nel cuore di Villa Medici. Solo per citarne alcuni.

Commenti