Eventi

Paolo Antonio Paschetto

Il suo nome, forse, non è noto al grande pubblico come lo è invece l’emblema della Repubblica italiana da lui ideato nel 1946. Antonio Paolo Paschetto (1885-1963) è stato un artista poliedrico e versatile che ha dedicato tutta la sua vita all’arte ed è stato, insieme a Duilio Cambellotti, Vittorio Grassi e Umberto Bottazzi, tra i protagonisti del modernismo romano. Nel corso della sua lunga carriera, infatti, si è cimentato con la decorazione murale, con le arti applicate, la grafica, la pubblicità e la filatelia facendo così della sua produzione una tra le più interessanti e prolifiche dell’epoca. Produzione che viene celebrata al casino dei Principi di villa Torlonia fino al 28 settembre. Una mostra, curata da Alberta Campitelli e Daniela Fonti, che racconta la vasta attività artistica e decorativa di Paschetto avvalendosi, inoltre, di un grande assortimento di materiale inedito che proviene in gran parte, dagli eredi Paschetto di Torre Pellicce (Torino). Il principale obiettivo di Paolo Antonio Paschetto artista grafico e decoratore fra liberty e déco è quello di promuovere al grande pubblico la figura di un artista ancora poco noto, formatosi nella Roma del primo ‘900 e che nella città eterna ha svolto un lavoro considerevole e di grande interesse. Per raccontare al meglio la versatilità dell’artista, l’esposizione è stata allestita secondo diverse sezioni che spaziano dai grandi cicli pittorici, sia laici che religiosi, ai modelli d’interni decorativi di stile art noveau, dalla progettazione di vetrate passando per la produzione grafica per arrivare all’attività filatelica. Oltre le sue opere, la mostra rivela anche i luoghi di Roma legati alla carriera di Paschetto come il casino delle Civette, di cui l’artista realizzò le vetrate del “balcone delle rose” o i templi protestanti di piazza Cavour e via XX settembre grazie ai quali raggiunge l’apice di un’espressione artistica e religiosa divenuta poi il suo tratto distintivo. Un’importante esposizione, quindi, che ricostruisce a tutto tondo la figura di questo importante artista e che va a completare quella realizzata in contemporanea dall’Istituito nazionale per la grafica, a palazzo Poli, dedicata all’emblema della Repubblica e alla sua produzione grafica.

Fino al 28 settembreCasino dei Principi di villa Torlonia. Info: www.museivillatorlonia.it

Commenti