L’intervista del New York Times con Josef Koudelka

Parigi

Uscita anche la seconda parte dell’intervista riguardante il fotografo ceco Josef Koudelka sul New York Times. Il suo ultimo lavoro fotografico è Wall, il resoconto di anni vissuti fra la Palestina e Israele. Koudelka è forse l’ultimo di quei fotografi che appartiene alla generazione passata sotto il nome di fotografia umanistica che accorpa nomi come Berson, Erwitt, Doisneau e come tutti loro anche Koudelka è membro della Magnum foto. Ora l’artista ha 75 anni e vive a Parigi ma, come dice nell’intervista nella sua vita non è mai stato fermo più di tre mesi nello stesso posto altrimenti sarebbe diventato cieco, «tutto ciò che ho fatto è stato viaggiare e lasciarmi influenzare dal mondo».